Con ordinanza n. 17102 del 16 giugno 2021, la Corte di Cassazione ha confermato l’orientamento consolidato secondo il quale il diritto al permesso ex Legge n. 104/1992 presuppone un nesso causale diretto con l’assistenza al disabile. Pertanto, il dipendente che utilizzi il permesso in questione per scopi diversi integra l’abuso del diritto e commette una condotta di rilievo disciplinare.

 

COMMENTO
a cura di Marilena Guglielmetti – Investigatore Criminologo

Nuovamente viene rimarcato attraverso la suddetta pronuncia il criterio di pertinenza nell’uso dei permessi per doveri assistenziali e non per diversi scopi. L’abuso di tali permessi rappresenta oltre ad un danno economico, anche una scorrettezza morale notevole soprattutto verso l’ammalato, da sanzionare e segnalare attraverso indagini mirate. La casistica purtroppo ampia fotografa ancora un continuo abuso dei suddetti permessi assistenziali, che una norma come la legge 104/92 moralmente corretta è stata da sempre utile ai furbetti disonesti.
La decisione in commento si inserisce quindi in quell’orientamento giurisprudenziale secondo cui il reiterato ed oggettivo abuso del diritto (e di un permesso spettante per legge) assume i connotati di un disvalore dotato di particolare gravità, tale da legittimare il licenziamento per giusta causa.

Altri approfondimenti

Cassazione Civile, Sez. Lavoro, 14.12.2023, n. 35066

13 Giugno 2024
Il contesto extralavorativo e il concetto di «molestie sul lavoro» La Corte ha ritenuto legittimo il licenziamento di un dipendente bancario (team leader) intimato per giusta causa anche a motivo di ripetute molestie poste in essere dal lavoratore nei confronti di due colleghe al di fuori del contesto lavorativo....

Cassazione Civile, Sez. Lavoro, 31/07/2023, n. 23295

13 Giugno 2024
Il concetto di «molestia sessuale» in ambito lavorativo La Suprema Corte ha considerato legittimo il licenziamento per giusta causa di un dipendente che aveva rivolto «allusioni verbali e gestuali a sfondo sessuale» ad una collega. La condotta è stata qualificata come molestia sessuale, in quanto comportamento indesiderato e oggettivamente...

L’impegno di Chiesi per la diversità e l’inclusione: un approccio completo all’equità e alla sicurezza sul lavoro

13 Giugno 2024
Con il nuovo Anno, Il Punto si rinnova con una rubrica dedicate alle eccellenze del Made in Italy. Un viaggio affascinante ci porterà a scoprire le storie imprenditoriali dei leaders di mercato di svariati settori, quali food, moda, chimica, rubinetteria, farmaceutica, assicurativo, ecc. Ci racconteranno la loro vision e...